Eventi

Elenco degli eventi in programma dell’ass. Flora Alpina Bergamasca in ordine cronologico. Per eventuali informazioni è possibile contattare la Segreteria inviando una mail a: segreteria@floralpinabergamasca.net

01/03/2024
Relazione
Flora del Monte Orfano
Relatore: Gianantonio Leoni

Gianantonio è un espertissimo conoscitore del territorio, animato da una vera passione per la flora e spinto da un’insaziabile desiderio di conoscenza, che continuamente lo stimola a nuove esplorazioni e a documentarsi. Inarrivabile è la sua capacità di vedere piante prima mai osservate in luoghi spesso già abbondantemente esplorati nel passato, talvolta apparentemente di scarso interesse. Alcune specie sono state da lui segnalate per la prima volta in Lombardia, guadagnandogli stima e considerazione anche presso botanici e ricercatori professionisti, con i quali è spesso in contatto. Notevolissimo il suo impegno a favore degli habitat naturali del Parco del Serio, purtroppo scarsamente riconosciuto finora e per lui forse fonte più di delusione che di soddisfazione; è grazie al suo stimolo che, dopo un inizio davvero faticoso, ha preso il via la recente collaborazione tra il FAB e il Parco, nella quale riponiamo molte fondate speranze. Riguardo al FAB, quando si tratta di verificare presenze in luoghi inaccessibili, possiamo
sempre contare su di lui. E’ capace di comunicare efficacemente e di coinvolgere le persone con cui entra in contatto, che sempre intuiscono l’autenticità della sua passione. Si tratta di un gradito ritorno a relazionare e molti di noi certamente ricorderanno la sua interessante serata sulle “Scoperte floristiche recenti sul nostro territorio” da lui proposta nell’ottobre del 2017.

Gianantonio ci ha inviato le seguenti note sul contenuto della sua relazione:
“Molti fattori rendono il Monte Orfano più unico che raro. Situato a sud del Lago d’Iseo e dell’area morenica della Franciacorta, in posizione allungata da est a ovest, isolato nella pianura, con la differente esposizione dei due versanti e dalla formazione geologica unica. Questi fattori e tanti altri, creano una varietà e una unicità di ambienti tale di avere una diversificata e ricca flora. Non mancano le rarità e e le specie alloctone introdotte dall’uomo. La serata è uno spunto per conoscerlo e un invito per frequentarlo. Offre facili escursioni su percorsi segnalati che permettono di osservare in tutte le stagioni un susseguirsi di fioriture.”

Pulsatilla montana
Tuberaria guttata
Carduus nutans
07/03/2024
Assemblea annuale
ASSEMBLEA ANNUALE
15/03/2024
Relazione
La flora cremonese tra nuovi arrivi e inevitabili perdite
22/03/2024
Relazione
Serata di approfondimento floristico sui generi Cytisus e Genista
05/04/2024
Relazione
CORSO FIORI E AMBIENTI DELLA BERGAMASCA – lezione 1 – Lo sguardo giusto: come e perché osservare le piante
Relatore: Federico Mangili

Quanta bellezza ci sfugge perché non la conosciamo?

Imparando a riconoscere le piante apprezziamo la meraviglia che ci circonda e comprendiamo i paesaggi e gli ambienti naturali.

12/04/2024
Relazione
CORSO FIORI E AMBIENTI DELLA BERGAMASCA – lezione 2 – All’ombra del bosco
Relatore: Elena Eustacchio

I nostri boschi si differenziano in relazione al clima e al suolo; ormai nessuno è veramente naturale, perché l’uomo li ha  profondamente modificati, ma alcuni sono ancora bellissimi e ci lasciano immaginare la straordinaria ricchezza delle antiche foreste

19/04/2024
Relazione
CORSO FIORI E AMBIENTI DELLA BERGAMASCA – lezione 3 – A fior d’acqua
Relatore: Giovanni Perico

Le zone umide vengono prosciugate o arginate, con grave danno alla naturalità del territorio. Le rive dei corsi d’acqua e dei laghi, gli stagni e le torbiere sono ambienti preziosi, poco frequentati; raramente la loro flora viene osservata con attenzione, ma è tra le più interessanti!

26/04/2024
Relazione
CORSO FIORI E AMBIENTI DELLA BERGAMASCA – lezione 4 – Mondi d’erba
Relatore: Luca Mangili

Prati, pascoli e praterie naturali sono oggi in forte riduzione; apparentemente uniformi, sono in realtà ambienti molto diversi e complessi, anche se in larga misura condizionati dall’uomo. Ospitano una grande varietà di specie, tra le più vistose della nostra flora.

03/05/2024
Relazione
Il monitoraggio delle specie in Direttiva Habitat: la collaborazione tra Centro Flora Autoctona e FAB
10/05/2024
Relazione
CORSO FIORI E AMBIENTI DELLA BERGAMASCA – lezione 5 – Ambienti estremi
Relatore: Barbara Valle

Spesso inaccessibili e di nessun interesse pratico, le vegetazioni discontinue delle rupi e dei ghiaioni sono le sole veramente naturali del nostro territorio e ne custodiscono le specie più esclusive, mirabilmente adattatesi a difficilissime condizioni di vita.

17/05/2024
Relazione
Tra endemismi e specie critiche: il genere Knautia in Lombardia
07/06/2024
Relazione
I nostri alberi
21/06/2024
Proiezione
I corti 11 – Brevi sequenze di immagini naturalistiche
06/09/2024
videoproiezione
Proiezione di immagini dei soci dopo le vacanze estive
20/09/2024
Videoconferenza
Interazione tra fiori e api: una rassegna di forme, colori, odori – coevoluzione e adattamenti
04/10/2024
Videoconferenza
Presentazione volume sui Piani di Artavaggio