Frutti di bosco

FRAGOLA (FRAGARIA VESCA)

E’ una piantina erbacea della famiglia delle Rosacee, spontanea del sottobosco dove cresce su suolo fresco, leggermente acido. Le foglie, dentellate, hanno lembo trifogliato, il fiore, bianco, ha 5 petali, il frutto rosso, edule, è in verità un falso frutto carnoso che porta sulla superficie i veri frutti, piccoli acheni scuri.

MARMELLATA DI  FRAGOLINE  DI  BOSCO 

Ingredienti: 500 gr. di fragoline.
350 gr. di zucchero liquore secco alla frutta 

Pulite e lavate velocemente le fragoline e mettetele in una ciotola bassa e larga coperte di zucchero. Con un cucchiaio di legno rigiratele di tanto in tanto e lasciatele macerare almeno per una notte. Quando lo zucchero sarà sciolto versare il tutto nella pentola  (preferibilmente larga e profonda e di rame ma va bene anche d’acciaio) facendo cuocere per  circa ½ ora mescolando continuamente: Verificate che abbia raggiunto la giusta consistenza e versatela subito in vasi asciutti e puliti. Lasciatela raffreddare senza chiudere poi versate sulla marmellata un po’ di zucchero imbevuto di liquore secco alla frutta, chiudete i vasi ermeticamente, etichettateli e riponeteli nella dispensa. Quando la consumerete, ricordatevi di mescolarla bene in modo da far assorbire lo zucchero, il liquore darà alla marmellata sapore e profumo particolare. 

MIRTILLO NERO (VACCINIUM MYRTILLUS)

E’ un piccolo arbusto, della Famiglia delle Ericacee, deciduo (perde le foglie in inverno), con foglie ovali finemente dentellate a margine acuto. I fiori, a forma di piccolo otre, possono essere bianchi o rosati;i frutti, aciduli, sono pseudobacche carnose, di colore blu-nerastro; cresce nel sottobosco di peccete e faggete su terreno acido, da 1000 a 2000 m.

MARMELLATA DI MIRTILLI NERI AL MIELE 

Ingredienti: 400 gr. di mirtilli neri, 300 gr. di zucchero un bastoncino di cannella un cucchiaino di miele d’acacia 

Lavate con cura i frutti sotto l’acqua corrente scartando i frutti acerbi o poco sani e scuoteteli per eliminare l’acqua. Metteteli in una pentola con lo zucchero e la cannella e fateli cuocere a fuoco basso fino all’ebollizione, proseguite la cottura riducendo ancora il fuoco ed aggiungete il miele e lasciate cuocere ancora per altri venti minuti. Controllate la consistenza della marmellata e versatela ancora calda nei vasi puliti ed asciutti. Coprite con il dischetto di carta oleata bagnato nell’alcool per dolci a 95° e chiudete ermeticamente. Etichettate e riponete in dispensa

LAMPONI (RUBUS IDAEUS)

E’ un arbusto da cui si dipartono fusti che possono raggiungere i 2 metri e dotati di piccoli e deboli aculei. Appartiene alla Fam. delle Rosacee. Il frutto pendulo e globoso, formato da piccole drupe rosse, matura in tarda estate. Cresce nei boschi umidi fra i 200 e i 2000 m.

MARMELLATA DI LAMPONI

Ingredienti: 500 gr. di lamponi 375 gr. di zucchero un pezzetto di cannella il succo di mezzo limone piccolo 

Pulite e lavate velocemente i lamponi e fateli sgocciolare bene. Versateli nella pentola , aggiungete la cannella , lo zucchero e fate cuocere a fuoco dolce mescolando sempre con un cucchiaio di legno, lasciate cuocere dolcemente per circa 90 minuti schiumando ogni volta che lo riterrete necessario. La marmellata dovrebbe in questo tempo essere densa al punto giusto, se fosse ancora liquida continuate la cottura. Prima di toglierla dal fuoco aggiungete il succo di limone e mescolate con cura. Mettete la marmellata nei vasi puliti ed asciutti ed appoggiate un dischetto di carta oleata bagnata in alcool da liquore a 95° e poi chiudete ermeticamente. Etichettate e riponete della dispensa. 

MORE (RUBUS ULMIFOLIUS)

Arbusto perenne, della Fam. delle Rosacee, è sarmentoso, con rami arcuati e ricadenti lunghi fino a 3 metri, provvisti di spine robuste. Il frutto è formato da piccole drupe prima rosse, poi nere, che maturano in tarda estate. Cresce in incolti, lungo sentieri e boschi ripariali, da 0 a 1400 metri.

GELATINA DI MORE     

Ingredienti: 1 Kg. di more molto mature una manciata di more un po’ acerbe (rosse) 750 gr. di zucchero un bicchiere d’acqua  ½ limone (facoltativo) 

Lavate e pulite i frutti. Metteteli in una pentola con l’acqua e a fuoco dolce fate bollire per almeno 5 minuti, cercando di schiacciare le more con il dorso della schiumarola.  Passate il tutto in un passaverdura  e filtrate attraverso un  setaccio. Otterrete un succo molto denso che sembra sciroppo. Versate il succo nella pentola delle marmellate misurandolo a mestoli. Ogni 4 mestoli di succo aggiungete 3 mestoli di zucchero. Se vi piace un gusto più acidulo aggiungete il succo del mezzo limone e cuocere a fuoco vivace fino all’ebollizione. Dopo circa 15 minuti controllate la consistenza della gelatina (fate cadere alcune gocce su un piattino se scorrono con fatica vuol dire che è pronta). Togliete dal fuoco e mettete la gelatina in vasi puliti e asciutti, coprite con i dischetti di carta oleata bagnati nell’alcool a 95° e chiudete  ermeticamente. Etichettate e riponete in dispensa, dopo 10 giorni potrete già consumarla. 

Consigli: prima di chiudere i vasi controllate che i bordi siano perfettamente puliti e se volete conservare più a lungo le vostre marmellate sterilizzate i vasi chiusi ermeticamente mettendoli in acqua fredda in una capace pentola facendoli bollire almeno per ½ ora. Ricordatevi che i vasi andranno protetti con qualche pezzo di tela per evitare che durante la bollitura i vasi si urtino fra di loro e il fondo sia a contatto con il metallo.

E per concludere il pasto:

FRUTTI DI BOSCO ALLA GRAPPA 

250 gr. di lamponi 125 gr. di fragole 125 gr. di mirtilli ½ lt. di grappa buona  zucchero  

Pulite i frutti di bosco senza lavarli, sistemarli quindi in un vaso di vetro alternandoli per colore e distribuendo lo zucchero ad ogni strato. Versare nel vaso la grappa in modo da coprire di almeno due dita l’ultimo strato di frutta. Chiudete ermeticamente il vaso e conservatelo al fresco ed al riparo della luce per almeno due mesi prima di consumarlo.