Malva

Malva sylvestris e neglecta

Pianta erbacea, generalmente alta 50 cm, con foglie cauline palmate, all’ascella delle quali sono inseriti i fiori con 5 petali bilobati di colore rosa. Cresce negli incolti, siepi, ambienti ruderali, margini stradali.

Si utilizzano le foglie giovani e i petali dei fiori in insalate, risotti e minestre (il sapore è forte, non a tutti gradito)

MINESTRA DI MALVA  

Ingredienti per 4 persone  
400 g di malva
30 g burro
1 l di acqua
1 dado
2 manciate di riso
1 cucchiaio di farina bianca
Maggiorana
Noce moscata
Sale e pepe  

Fate lessare la malva in acqua leggermente salata, scolatela recuperando l’acqua di cottura che utilizzerete poi per fare la minestra e riducete in purea con il mixer la malva. In una casseruola fate tostare la farina con il burro ed aggiungete poco alla volta la purea di malva e l’acqua di cottura alla quale avrete aggiunto un dado. Quando comincerà a bollire aggiungete il riso e portate a cottura. Prima di spegnere aggiungete un pizzico di maggiorana e un poco di noce moscata.

CREMA DI MALVA

Ingredienti per 4 persone  
4 manciate di malva
1 grossa cipolla
1 patata
1 bicchiere di latte
1 cucchiaio di fecola Prezzemolo
1 l di brodo  

Fate lessare la malva con la cipolla e la patata nel brodo per circa ½ ora, con il mixer riducetele in purea. Aggiungete il latte, la fecola e continuate la cottura fino a fare addensare. Prima di spegnere aggiungete una spolverata di prezzemolo e poi servite la crema con i crostini.